Piante acquatiche - galleggianti

Piante acquatiche galleggianti: questo gruppo comprende piante con foglie e fiori che emergono dalla superficie dell'acqua, ma con radici fluttuanti, che non si ancorano cioè sul fondo. Le piante galleggianti sottraggono all'acqua sali minerali ed elementi nutritivi (che stimolano la crescita di microscopiche alghe), contribuendo a mantenerla limpida e favorendo la costituzione di un ecosistema acquatico in equilibrio. Esistono diverse specie e forme di piante acquatiche galleggianti, alcune delle quali resistenti al freddo, altre tropicali e perciò coltivabili all'esterno solo in primavera-estate-autunno, e da ritirare prima delle gelate invernali. Sono facilmente coltivabili anche in piccole vasche o vasi con acqua completamente stagnante.Appartengono a questo gruppo le seguenti specie e varietà: Azolla caroliniana, Eichhornia crassipes, Hydrocaris morsus-ranae, Lemna minor, Pistia stratiotes, Salvinia auriculata, Spirodela polyrrhiza, Stratiotes aloides. Buona disponibilità tutto l'anno.Tutte le essenze sopra indicate sono piante da laghetto o da tinozza.